Caos procure, Mattarella convoca elezioni Csm

Caos procure, Mattarella convoca elezioni Csm

lezioni suppletive per sostituire i due membri togati del Csm dimissionari, Luigi Spina e Antonio Lepre, rappresentanti della componente dei pm, in quanto non sostituibili con i primi dei non eletti, per “voltare pagina, restituendo alla magistratura prestigio e fiducia” incrinati per le vicende delle ultime settimane. E’ questa la motivazione alla base della decisione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha indetto le elezioni suppletive per i prossimi 6 e 7 ottobre dopo il caso procure.

Per il Capo dello Stato si tratta di un primo passo, al quale ne dovranno e ne potranno seguire altri, come ad esempio la modifica dei criteri di scelta dei membri del Csm. Proprio per questo, fanno notare fonti qualificate del Quirinale, Mattarella ha preferito indire le elezioni suppletive, “doverosamente” come recita il comunicato ufficiale del Colle, e non procedere allo scioglimento immediato del Consiglio. Questo infatti avrebbe comportato nuove elezioni con i criteri attuali, in contrasto con la volontà espressa da diverse parti politiche di arrivare ad un cambiamento delle procedure elettorali. In ogni caso occorreva dare subito un segnale, per restituire alla magistratura quella fiducia e quel prestigio incrinati dalle vicende emerse nelle ultime settimane. Considerazioni che il Presidente della Repubblica ha condiviso con i vertici del Csm e con il ministro della Giustizia, con i quali è stato ed è in continuo contatto.

Rif:https://www.adnkronos.com/fatti/cronaca/2019/06/13/caos-procure-attivate-procedure-disciplinari_yVdZZvztCu5En4vNTN7eRI.html?refresh_ce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *