Bufera procure, il procuratore Fuzio lascia l’incarico

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella con procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, in una immagine del 25 gennaio 2019 © ANSA

Il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio è stato stamani al Quirinale, per incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e comunicargli “la propria decisione di essere collocato a riposo anticipato”. 
 Fuzio “ha indicato come data” del suo collocamento a riposo anticipato “il 20 novembre 2019”. E’ quanto si legge in una nota del Csm.

Alle ore 17 di oggi si è tenuto il Comitato di presidenza del Consiglio superiore della magistratura: in quella sede, si legge in una nota del Csm, il procuratore generale Fuzio “ha riferito che nella mattinata odierna si è recato dal Capo dello Stato per comunicargli la propria decisione di essere collocato a riposo anticipato”. Il vicepresidente del Csm e il primo presidente della Cassazione “hanno ringraziato il dott. Fuzio per l’alto senso di responsabilità istituzionale che ha ispirato la sua decisione”.

Il presidente Sergio Mattarella “ha preso atto della decisione del dott. Fuzio di presentare domanda di collocamento a riposo anticipato, decisione assunta con senso di responsabilità a conclusione di un brillante percorso professionale al servizio delle isitituzioni”. Lo si legge in una nota del Quirinale. Mattarella gli ha “espresso apprezzamento per il rigore istituzionale con cui ha assicurato il tempestivo esercizio dell’azione disciplinare in una contingenza particolarmente delicata per la magistratura”.

Il Pg della Cassazione Riccardo Fuzio ha promosso l’ azione disciplinare nei confronti di Cosimo Ferri, che è deputato del Pd, ma ancora magistrato in aspettativa. 

L’8 luglio prossimo il Csm si pronuncerà sulle istanze di ricusazione presentate dal pm romano Luca Palamara nei confronti di due dei suoi giudici disciplinari. Il vice presidente del Csm David Ermini ha infatti costituito il collegio che se ne dovrà occupare, evitando che ci siano rinvii nel giudizio sulla sospensione dalle funzioni e dallo stipendio di Palamara chiesta dal Pg Riccardo Fuzio. L’udienza è già fissata per il giorno successivo, il 9 luglio.

rif:http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2019/07/04/bufera-procure-il-procuratore-fuzio-lascia-lincarico_cdc7cbd4-9b12-415b-bc89-40349f736572.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *