I giudici si allungano le ferie

Il Csm con una delibera allunga le ferie dei giudici: niente udienze dal 15 luglio al 7 settmbre.

Di fatto, in questo modo, viene esteso il periodo di riposo che era stato fissato dal Ministero di Grazia e Giustizia dal 26 luglio al 3 settembre. La delibera del Consiglio Superiore della Magistratura va a fissare, come ricorda Italia Oggi, un periodo “cuscinetto” in cui nei tribunali non ci saranno udienze ordinarie. Resta la deroga per gli “affari urgenti e indifferibili”. La delibera del Csm parla chiaro e non lascia spazio a interpretazioni: “Dovrà essere adottata in tempi brevi una compiuta rivisitazione della tematica della fruizione delle ferie, attraverso la revisione della normativa”. Di fatto la gabola per allungare le ferie è presto spiegata.

Al periodo fissato dal Ministero che va dal 26 luglio al 2 settembre vanno aggiunti in testa dieci giorni “cuscinetto” per la definizione degli affari e degli atti in corso e cinque giorni in coda per predisporre l’attività ordinaria. Questi cambiamenti avranno inevitabilmente una conseguenza diretta sul lavoro dei magistrati. Ed è lo stesso Csm a sottolinearlo nella delibera: “I dirigenti degli uffici giudiziari dovranno organizzare il lavoro dei magistrati in modo da assicurare soltanto la trattazione degli affari urgenti e indifferibili, senza la fissazione di udienze ordinarie (come per il periodo feriale) durante il lasso di tempo che va dal 15 al 25 luglio e dal 3 al 7 settembre”.Insomma i magistrati avranno più tempo per godersi il mare e il sole delle vacanze.

Rif: http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-giudici-si-allungano-ferie-1702749.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *